L’altra sera in tv …

… c’era quel telefilm su rai1, quello che ho iniziato a vedere che non ero ancora adolescente. Un medico in famiglia, insomma. L’ho rivisto con piacere.

In realtà, ciò che mi è sempre piaciuto, è il potere che ha sempre avuto su di me, di farmi sognare una famiglia simile, più o meno del Mulino Bianco, ma non propriamente. Una famiglia allargata, più o meno serena, una di quelle che ti supporta e ti fa’ sentire la sua presenza, ingombrante, ma non necessariamente questa è una cosa negativa.

Ricordo quella sensazione nel guardare la tv e di quasi sperare di avere una famiglia simile, mi faceva sperare, ecco. Poi finiva la puntata, e spenta la musica. Ti guardi intorno e ti accorgi che hai sperato, sì. Mi sentivo un po’ delusa. Era un film, ma quanto si stava bene.

Ha un effetto calmante. Un effetto rassicurante.

Forse perché ci sono personaggi cresciuti nel film, nel vero senso della parola, che avevano una manciata di anni, e man mano che la serie proseguiva, sono chiaramente cresciuti. Bo. Probabilmente concorre a rendere Un medico in famiglia, come qualcosa che venga realmente percepito come “famiglia”, come se lo spettatore abbia realmente assistito alla loro crescita. E di fatto è grosso modo, molto genericamente, così.

Quella sensazione, di famiglia come supporto, non di ostacolo, mi piace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...