Vita virtuale : quanto ce credi.

Frequento molti forum, bè, non proprio molti, in uno sono stabile, in altri mi dimentico regolarmente i dati d’accesso, quindi non direi di essere particolarmente presente. I forum sono belli, mi piacciono. Se trovi quello giusto, in cui non ci sono dei despoti al potere, si può parlare, confrontarsi, e diventa divertente.

Ho notato che, in molti di questi spazi virtuali, soprattutto quando si tratta di salute, diventano tutti medici esperti. Parlo di quelle persone che, avendo purtroppo dei problemi di salute, si sentono dei dispensatori di verità cliniche. E mi sorprende, e mi fa anche arrabbiare, con quanta facilità si mettano a fare diagnosi, a consigliare indagini, visite specialistiche, di come si diano un tono, cordiali saluti o del modo impersonale di rivolgersi ad un utenti come loro. Come a porsi su di un livello superiore perché io sò io e te sto a dì che è così, che è proprio così.

Ciò che sfugge a questi soggetti, è non solo il fatto che le diagnosi on line non si possano fare. Giustamente. Intendo, giustamente, un medico non può fare una diagnosi on line. Tanto meno una persona che si occupa di altro può permettersi di dire che la tua sintomatologia mi fa’ pensare a questo, ti consiglierei questo e quello. Ma quanto ce credi?

Ci credono tantissimo. Ci si sentono tantissimo.

In generale è grave. Su un forum o su un gruppo facebook, è grave che un utente che ce crede, azzardi una diagnosi e io poi ce credo. Inizio a pensare che i farmaci che assume potrebbero essere giusti anche per me, tanto per dirne una. O che ho bisogno di fare una TAC, per dirne un’altra.

La gente che ce credo così tanto, l’ho sempre trovata un po’ indigesta.

Quello che mi domando è se siano o meno consapevoli della responsabilità e del peso delle loro parole. Persone che propongono la loro cura ad altre persone, come se si trattasse di un trattamento universale. No. Quando leggo cose simili subisco una trasformazione, divento verde e con mano tremolante inizio a digitare più veloce che posso e più che posso. Ma nulla fermerà le persone che ce credono, perché appunto, ce credono. Troppo. Per loro non serve essere medici per consigliare trattamenti e indagini, no, no, e no. Perché ci sono loro, si chiamano, ce credo. Ed il loro motto è io ce credo, devi crederci anche tu!

Forse esagero, ma come consiglio generale, prendete con le pinze consigli di questo genere, con la salute non si gioca.

pillole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...