Senza categoria

25 Novembre – Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

refuse-abuse-640_s640x427

image

http://www.telefonorosa.it/

http://www.doppiadifesa.it/

NoiNo-uomini-contro-la-violenza-sulle-donne-2-182142_L

BASTA VIOLENZA. VIOLENZA NON E’ AMORE. 

Annunci

The Mirko & Marta show

mirko-marta-intro-1024x576

 

Da diversi anni sono un’attenta (e divertita) spettatrice di mirkojax. Cercavo su youtube qualche videoricetta e mi è capitato di vedere alcuni dei suoi video per poi vederli tutti, o quasi. Mirko è un web designer, italiano di Rimini, vive in Florida da molti anni. Ha un canale youtube e attenti perché quando fa’ gli unboxing di cibo, vi scatena una fame che non immaginate! Perché l’ottavo giorno Dio ha inventato le ciambelle!

Di recente ha aperto un nuovo canale, The Mirko & Marta show, una sorta di videodiario della vita di Mirko e della sua compagna, Marta.

Sono simpaticissimi. Anzi, sono magicissimi!!

Inizialmente l’appuntamento era giornaliero, e sono diventati i miei Sandra e Raimondo!

Insomma, volete trasferivi negli U.S.A. e non sapete come fare? Volete sapere come funziona l’assistenza sanitaria in America? Volete farvi un giro da BJ o da WalMart? Volete conoscere la Florida? Volete scoprire i cibi strani da gustare? Volete comprare un iPhone? Volete imparare il sardo?

Seguite The Mirko & Marta show

 

Tristezza e cioccolata calda.

Oggi è domenica. Di solito una giornata poco piacevole, per me. Mi ha sempre messo una certa ansia, preferisco il sabato.

Tra qualche giorno ricominciano i corsi all’università e, benché io stia studiando qualcosa che mi piace veramente, non ho proprio voglia di ricominciare a dividermi tra casa qui e casa lì, proprio per niente. Quest’anno, forse, più che mai. Sono stanca. Ho paura del tempo che avanza, nonostante io non voglia, e che scorre troppo velocemente, dannazione.

Mi sento sola. Mi sono resa conto di non avere amici. Quando te ne rendi conto? Quando il tuo telefono non squilla nemmeno per errore e quando gli unici sms che ricevi sono del gestore telefonico che ti avvisa che stai per terminare i giga e whatsapp, ma funziona? Ah sì, sì. Ma forse no, non mi scrive nessuno. E ti senti sola quando vorresti chiamare qualcuno, ma chi? Scorri la rubrica ma niente, non c’è nessuno che potresti sentire per due chiacchiere. E vorresti raccontare qualcosa a qualcuno, ma finisce che la tieni per te perché non sai con chi confidarti. E le rare volte in cui, per caso, ti trovi con qualche amico, vi sentite due estranei.

True story. Sad story.

Inizia il freddo, le giornate diventano più corte, fa’ buio presto e questa  in assoluto una delle cose che mi mettono ansia. Quando è pomeriggio ed è buio. E sei sola. E ti rendi conto di aver sbagliato qualcosa, forse più di qualcuna se ti trovi a trascorrere il tempo tra quattro mura ed un monitor anziché al bar, a cena, in vacanza, in un posto qualunque a vivere.

L’avevo detto, la domenica non mi piace granché.

Ma fa’ freddo e mi concedo una cioccolata calda in versione light, e speriamo che per almeno dieci minuti mi distragga dal resto.

 

hot chocolate

 

Arisa.

Io amo questa donna!!!

La canzone è molto bella, e lo era anche La notte, nel Festival di due anni fà, quando arrivò seconda in classifica. Ha una voce potente, armoniosa, incantevole.

In questi giorni ho l’influenza, ho acceso la tv. Mio Dio. Avevo dimenticato certe cose. Perché sembrano tutti così acidi? Cattivi? E’ un’abilità richiesta per stare in tv ad adempiere al ruolo di opinionista? Come se loro, lì, fossero le uniche persone ad avere delle opinioni.

Ieri ero molto divertita, anche un po’ perplessa a dire il vero, dal discorso che è venuto fuori nel programma della Domenica, dove si parlava di vincitore morale del Festival. Insomma, gran parte delle persone, sostenevano che Francesco Renga fosse il vincitore morale, perché è bello, quant’è figo, e che capelli. No ma, ditemi. Parliamone. Al di là dell’indiscutibile fascino che una persona possa o meno avere (e ritengo, da donna, che Arisa sia una gran bella donna), ma davvero c’è stato un Renga show? Che non metteva però in risalto le sue doti canore o la bellezza del testo o della melodia, ma proprio lui, fisicamente! Ecco, ma ho assistito ad una cosa (che non saprei come definire) che pareva una collaterale di Uomini e Donne. Donne, cazzo, svegliatevi! M’andate in brodo di giuggiole per il ricciolo scombinato? Capisco, ma n’attimino di decenza, se vi piace così tanto, abbiate rispetto anche per lui e date un giudizio che non sia solo sulla camicia sbottonata, o sulla caviglia addirittura, Diomio. Eddai. Su.

E resto ancora un po’ interdetta pensando che una buona parte delle persone pensino che che questa famosa giuria, abbia del tutto sconvolto la classifica e che la vittoria di Arisa, quasi quasi, non sia giusta. Sicuramente la classifica è stata stravolta, ma ci stiamo dimenticando una cosa fondamentale, che Arisa era già seconda in classifica, non è stata ripescata dall’ottavo posto e piazzata in cima! Quindi non capisco tutto questo astio! Doveva vincere Renga perché è un bel figliolo? Sinceramente, ritengo che quanto stia accadendo in questi “salotti” della tv, sia offensivo anche nei suoi confronti, dove si parla più di quanto sia erotico quando ha le mani tra i capelli che con la sua voce, quando canta. Ennò, dai.

Ancora di pessimo gusto, trovo che sia postare sui giornali la sua foto, di Arisa, di anni fà, con il titolo : da brutto anatraccolo. Ma cosa vi fa’ male a voi? Spiegatemi! Così come è stato di cattivo gusto, dedicare cinque minuti alla vincitrice, in un noto programma della Domenica (a Domenica in, insomma), quando per l’intero pomeriggio non si è fatto che parlare del vincitore morale, il che rende implicito il fatto che la sua vittoria non sia meritata, e uscirsene con un video molto privato. Ecco, io avrei anche mandato a quel Paese un po’ tutti.

Arisa è una gran donna. Ha una voce meravigliosa, e lo dico perché io l’ho ascoltata per la seconda volta in un altro programma, Victor Victoria. Dopo Sincerità, non è che fossi una sua fan, ne tanto meno curiosa di conoscerla. Poi l’ho casualmente sentita cantare lì, ed ero veramente sorpresa, perché non mi ero mai soffermata ad apprezzare la sua voce. Almeno per le interviste che ho ascoltato, a me piace molto anche il suo modo di porsi, di parlare ed i suoi ragionamenti. Anche la sua reazione alla vittoria, perché no? Ognuno ha un proprio modo di porsi e reagire che, non solo non è sempre prevedibile, ma non vedo perché dovremmo avere tutti le stesse reazione prefabbricate o perché dovremmo sforzarci di mostrare ciò che non è.

Ma, al di là di questo che è certamente gusto personale, condivisibile o meno. Perché c’è bisogno di accanirsi con tanta cattiveria? Rincarando la dose con la storia del plagio, col fatto che Renga resta sto vincitore morale (n’altra volta. cacchio vor dì, bo), poi, voglio dire, se la prendono con lei perché è passata dal secondo al primo posto, ma gli altri due da dove sono sbucati però? Se Renga fosse arrivato secondo, la reazione immagino sarebbe stata la stessa.

Sono sconvolta. La quantità di cose (proprio cose, vuote, senza motivazioni) che ho ascoltato ieri e oggi mi hanno immediatamente ricordato del perché spesso la tv mi irriti il sistema nervoso. Provo a mettermi nei panni di una persona (perché è di persone che si tratta, non di produzioni 3D create al pc) che vince un concorso, e avrà già i cavoli suoi per la testa, ma deve sorbirsi tutte queste belle storie. Non credo sia divertente.

Non sò cos’altro si potrà sentire in questi giorni, spero mi passi presto l’influenza con la speranza che non mi salti più per la testa di guardare certi programmi. Spero, invece, che sia ospite da Daria Bignardi, questo sì!

Quindi, ribadisco : evviva Arisa, la Vincitrice di Sanremo. L’unica vincitrice!

Emmò stateve pure ‘npo’ zitti e magari, prima di giudicarla, regolate amplifon e riascoltate bene la sua voce, e già che ci siete, fatevi pure un controllo alla vista, perché a me pare una gran bella donna!

arisa-vince-saremo-2014